Troppo forte la capolista per la Globo Sora – Il big-match premia la capolista dopo quattro frazioni

PARZIALI: 23-25 (‘26); 26-28 (‘32); 25-21 (‘27); 28-30 (‘36).

Finisce dopo una battaglia per 1 a 3 davanti oltre 1500 spettatori la gara tra la Globo Sora e la capolista Castellana Grotte.
La seconda giornata di ritorno si conclude con questa sconfitta che comunque porta punti preziosi in casa sorana e riesce a mantenere in solitudine il terzo posto in classifica, non male per una neopromossa.
L’attesa vissuta per questo big match della 2° giornata di ritorno è stata pienamente ripagata da una eccitantissima pallavolo ad alti livelli dove Sora ha subito, ha lottato, ci ha creduto ma alla fine la capolista si conferma tale.Nel primo set subito un break positivo di 3-0 per Castellana con Jardel al servizio che mette in difficoltà la ricezione avversaria. I sorani entrano in partita e vanno a punti con il reparto centrale ma è la battuta che non va, così mentre Jardel mette a segno l’ace del 7-10 i ragazzi di coach Gatto hanno buttato a rete, fino a questo punto 4 servizi (che alla fine del set diventeranno 9). Al secondo time out tecnico obbligatorio Castellana è a +5 (11-16). Con D’Avanzo e Libraro a muro e Anderson in attacco le distanze si riducono fino al 22 pari. Ancora 23 pari con Insalata che prima va segno e poi spreca una battuta. Lo emula Libraro che regala il set point ai ragazzi di mister Lattari che chiudono il parziale murando Anderson, 23-25.Sora per la prima volta in vantaggio nell’avvio di secondo set (4-1), ma è il turno di Evandro Guerra (7 punti) che comincia a fare il bello e il cattivo tempo portando i suoi 7-8 alla prima sospensione obbligatoria e 14-16 alla seconda. Rispondono dall’altro campo Libraro (5 pt) e Anderson (7 pt) riequilibrando le sorti, 22-22. Ancora parità con Andrea Di Marco che mette a segno il 24-24 e 25-25. È Castellano a portare la sua squadra al quarto set point 27-26 ed è Insalata, fotocopiando la fine del parziale precedente, a murare Anderson e a ipotecare il secondo set 28-26.Terzo parziale partenza entusiasmante del Sora che viaggia subito a +4 (8-4; 16-13) riuscendo a mantenere il vantaggio fino alla fine del set. Chiusura del parziale che ha visto un Argilagos show (6 pt), autore del 22-18 con un muro su Guerra, del 23-19, del 24-20, ma soprattutto del 25-21. Da evidenziare la ricezione del Castellana Grotte che in questi tre parziali ha raggiunto sempre il 71% di positività.Nel quarto set è ancora la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora a essere avanti (8-6; 16-14). Il livello del gioco si è alzato notevolmente e tutti gli atleti in campo mostrano ai 1600 del palasport di Frosinone cosa vuol dire la pallavolo ad “alta quota”. Il neo entrato Popelka guida Castellana in parità e poi al vantaggio, ma si lotta senza esclusione di colpi e a prenderne uno è stato capitan Scappaticcio che sul 20-21 per una botta presa sotto rete ha dovuto abbandonare il campo. La partita si fa dura, si lotta punto a punto e a sparare bordate vincenti sono Argilagos e Anderson da una parte e Guerra e Gallotta dall’altra. Il pubblico impazza e comincia a intravedere il tie break,  ma con Scappaticcio fuori con una accertata distorsione e Libraro con il suo problema muscolare è dura anche se Sora ci crede e ci prova. Le difficoltà vengono tutte arginate e a punire la Globo è proprio un semplicissimo appoggio, una palla mandata di la dalla rete dopo una ricezione sbagliata…28-30, 3 a 1 per Castellana Grotte nel conteggio dei set.

Domenica subito la possibile rivincita sempre a Frosinone arriva la Quasar Massa, gara alla portata dei ragazzi di mister Gatto.

I tabellini:

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Scappaticcio (K) 5, Anderson 17, D’Avanzo 9, Di Marco 12, Argilagos 17, Libraro 15, Gatto (L), Nonne, Bartoli n.e., Costantino n.e., Santucci , Lattanzi n.e.. I All. Alberto Gatto, II All. Maurizio Colucci. B/V 3, B/S 13, muri 12.

BCC NEP CASTELLANA GROTTE: Mattera 2, Guerra 24, Jardel 12, Insalata 19,  Gallotta 11, Castellano 7, Popelka 6, Vicini (L), De Palma,  Matheus n.e., Guglielmi n.e., Pagano, Giosa. I All. Lattari, II All. Epifani. B/V 5, B/S 18, muri 14.

Max Marzilli

47
Da: ; ---- Autore: