Ulteriore commento di Gianni Nardone – La nomina del nuovo tecnico e…

Apprendo dalla lettura della stampa locale dell’avvenuta nomina del professionista a cui è stata affidata la direzione dell’Ufficio Tecnico Comunale di Arce. Parafrasando un noto film del passato, potremo commentare “Nulla di nuovo sul fronte…….dell’Amministrazione comunale”. Infatti come volevasi dimostrare la scelta è ricaduta sul professionista, indubbiamente esperto e capace di cui avevo già anticipato l’identikit alla stampa, pertanto per quanto mi concerne nulla da obiettare sulla persona, ma molto da eccepire sul metodo.
Comunque il compito dell’opposizione è stigmatizzare alcuni comportamenti poco ortodossi per cui non essendo parte interessata dal punto di vista patrimoniale all’incarico ritengo di aver concluso il mio compito, mi piacerebbe tuttavia conoscere il parere della componente “Mariniana” del PD che a quanto mi risulta avrebbe gradito ed espresso un altro nominativo per tale incarico…..ed obiettivamente se io fossi stato al loro posto avrei fatto le barricate….Certo i comportamenti dei componenti di questa Amministrazione sono molto singolari e talvolta contraddittori, mentre da un lato bisogna fare un plauso al consigliere delegato al Commercio Annalisa Quattrucci che caparbiamente sta’ cercando di migliorare la strutturazione logistica del mercato settimanale, debbo fare una solenne tirata di orecchie all’Assessore con delega al Bilancio l’Avv. Marco MARZILLI. Infatti nei giorni scorsi ho inviato allo stesso  un’apposita interrogazione relative alla possibilità che fosse ammessa la fruizione per i residenti arcesi ultrasessantaciquenni  di un apposito permesso per viaggiare a titolo gratuito   sui mezzi di trasporto Ditta BIANCHI che gestisce il servizio in convenzione, a tale richiesta l’ineffabile assessore ha celermente risposto in tono sarcastico che per tale questione mi sarei dovuto rivolgere agli uffici amministrativi competenti. Probabilmente il giovane Marzilli  non ha letto compiutamente il testo della mia nota, perché in caso contrario avrebbe capito che la mia richiesta è tesa a garantire anche ai cittadini tra i 65 ed i 70 anni di poter viaggiare a titolo gratuito sui mezzi della Ditta Bianchi che gestisce il trasporto urbano in concessione nel comune di Arce e non mi riferivo al servizio extraurbano. Se mi sono rivolto a lui è perché soltanto con apposito stanziamento  ed accordo con la ditta stessa è possibile acquistare i relativi abbonamenti da destinare agli over 65, infatti le attuali regole prevedono che solo gli ultrasettantenni previa autorizzazione del Consorzio dei trasporti possano utilizzare gratuitamente i suddetti mezzi. Ultimo appunto……mi sono rivolto sia agli uffici comunali che alla ditta Bianchi……….e purtroppo ho scoperto che ad oggi anche gli ultrasettantenni di Arce pagano  il titolo di viaggio perché il comune non avrebbe realizzato le previste procedure col Consorzio dei Trasporti suddetto. Caro assessore Marzilli……lei era a conoscenza di questa discrasia?….Anche se non è un suo compito……..mi spiega l’arcano…….chi avrebbe dovuto provvedere? Mi spiace di averla distolta dai tanti problemi……..ma credo che l’attenzione alle fasce  sociali deboli  sia piu’importanti di ogni altra azione amministrativa.

92
Da: ; ---- Autore: