Un bilancio ‘contenitivo’ all’esame del Consiglio – In seduta il 28 di aprile

ARCE – Bilancio comunale, l’ora della verità.
E’ stato convocato per il prossimo 28 aprile, alle 19.30, il consiglio comunale chiamato ad approvare il principale strumento economico dell’ente di via Milite Ignoto. L’approvazione del bilancio è sempre un passaggio politico importante e al tempo stesso delicato. In particolar modo questo, per Arce, è il primo predisposto dalla nuova amministrazione Simonelli. L’ultimo, infatti, era stato approvato dal commissario prefettizio, lasciando adito ad un rimpallo di responsabilità tra chi si trovava ad amministrare con somme stanziate per l’ordinaria amministrazione e chi aveva voluto, con le dimissioni in massa, il delegato del Prefetto sulla poltrona del sindaco. Con la nuova previsione programmatica 2010, tutto questo dovrebbe essere solo un brutto ricordo. I nuovi amministratori non potranno più  rinviare le esigenze dei cittadini ai bilanci futuri. La rispondenza tra i proclami della campagna elettorale e i risultati ottenuti saranno una contingenza. Ma come si preannuncia il bilancio che l’assise si appresterà ad approvare? Da quanto è dato sapere, nella complessità anche della materia, sarà una manovra di contenimento che cercherà di perseguire alcuni aspetti fissati dal nuovo esecutivo, tenendo conto della ristrettezza delle risorse finanziarie. Il primo dato importante è che sono scongiurati aumenti d’imposta e che i 118mila euro risparmiati dalle indennità di carica del sindaco e assessori rappresentano una vera boccata d’ossigeno per le casse municipali. Volendo dare  qualche cifra, spiccano le spese per la viabilità (manutenzione) e la pubblica illuminazione per 376mila euro, mentre per il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta, randagismo, verde pubblico e riserva naturale sono previsti 672mila euro. Passando alle voci di spesa più curiose: 5mila euro sono destinati a feste e funzioni religiose, 12mila per il piano dell’offerta formativa delle scuole, 10mila per l’acquisto di ausili didattici per diversamente abili, 2mila per convegni e incontri tematici, 10mila in favore delle società sportive locali, 3mila per la manutenzione degli impianti sportivi, 11mila per l’estate arcese, 3mila per manifestazioni natalizie, 10mila per i soggetti in condizioni svantaggiate, 5mila per l’Avis di Arce e 24mila per l’innovazione e la meccanizzazione degli uffici. Poi, si trovano tutta una serie di stanziamenti più importanti per i quali si presume un finanziamento dalla Regione Lazio. Tra questi i più significativi per il 2010 sono: adeguamento impianti sportivi 370mila euro, adeguamento rete idrica centro storico 431mila euro; manutenzione straordinaria edifici scolastici per 750mila euro, risanamento abitazioni del centro storico 150mila euro, movimenti franosi strada Arce-Roccadarce 267mila euro, parcheggi via Casilina 250mila euro, strade comunali 433mila euro, auditing energetico 21mila euro, recupero ex mattatoio comunale 148mila euro e sistemazione chiesa del cimitero comunale 100mila euro. Una manovra che complessivamente a pareggio è di euro 9.234.928. Inoltre sono previsti 127mila euro per il pagamento dei debiti fuori bilancio, somma in parte coperta (con 33mila euro) con le indennità degli amministratori non percepite.

40
Da: ; ---- Autore: