Un compleanno speciale per il supernonno insignito della medaglia d’oro dal sindaco – Cento candeline per Vincenzo Fraioli

COLFELICE – Vincenzo Fraioli ha raggiunto il non comune traguardo dei 100 anni di vita ed è stato festeggiato dai familiari, dai parenti, dagli amici e dall’amministrazione comunale di Colfelice. La festa ha avuto inizio nella sala consiliare del Comune dove Vincenzo ha preso posto accanto al sindaco Donfrancesco e al fratello minore Antonio che ha compiuto solo 90 anni, giunto appositamente da Cremona. Attorno a lui erano presenti anche i figli Tommasina e Antonio, la nuora Anna Maria, il genero Antonio, i nipoti Giampiero, Lorenzo, Silvia, Giulia, Andrea, Natalia e Cristina e la pronipote Vittoria, tutti felici di fare onore a una persona che è riuscita a superare, in buona salute, un secolo di vita. Il sindaco ha ricordato le tappe principali della vita del centenario. Indossando la fascia tricolore del sindaco, Vincenzo, felice ed emozionato ha poi raccontato alcuni toccanti e simpatici della sua vita: l’aver ripreso – all’età di 18 anni – il fratello Antonio che marinava la scuola, il non aver mai sparato un colpo di fucile (pur essendo stato in guerra), l’aver sventato a Regina Coeli un illecito scambio di carte tra un avvocato e un detenuto, l’assidua e premurosa cura quotidiana della casa e della famiglia. Il segreto della sua longevità, ha spiegato, si deve sicuramente alla vita semplice e tranquilla che ha sempre condotto, all’eccezionale affetto dei suoi cari, alla voglia di vivere, ai principi di probità e rettitudine cui si è sempre ispirato e all’alimentazione sana fatta di piatti tradizionali e prodotti genuini della nostra terra. Il sindaco ha quindi donato a Vincenzo una medaglia d’oro e una pergamena che mette in evidenza la sua longevità sana e operosa e i suoi saldi e duraturi legami di vicinanza e di affetto con la comunità cittadina di Colfelice, sentimenti amorevolmente trasmessi a figli e nipoti.

17
Da: ; ---- Autore: