Un nuovo traguardo per Filomena – Oggi supera anche il secolo di vita. La festa si terrà nel pomeriggio presso l’Istituto Madre Agnese di San Giovanni Incarico

COLFELICE – Se ogni compleanno è speciale e… unico in quanto irripetibile, quello che festeggia oggi la signora Filomena Fraioli è addirittura straordinario.
Sulla torta che stanno preparando per lei i tantissimi nipoti ci saranno infatti ben 101 candeline.
La festa a sorpresa si terrà nel pomeriggio alle 16.30 presso l’Istituto Madre Agnese di S. Giovanni Incarico, dove l’anziana, ancora perfettamente lucida, risiede da un po’ di tempo e trascorre serenamente le giornate, tra chiacchierate con le amiche e momenti di sano divertimento.
Nata il 15 novembre del 1909, Filomena Fraioli è la primogenita di nove figli, che preferì rimanere in Italia quando il resto della famiglia, dopo la grande guerra, emigrò a Mamaroneck negli Stati Uniti. A 17 anni sposò Domenico Lancia, un laborioso e stimato cittadino di Colfelice, morto nel 1981. Al suo fianco, Filomena si impegnò decisamente, oltre che nelle faccende domestiche, nel duro lavoro dei campi, soprattutto quando negli anni ’30 il marito Domenico, per ragioni di lavoro emigrò e visse per un paio di anni ad Asmara, presso la Direzione Artiglieria dell’Africa Orientale Italiana.
Filomena è oggi una miniera di ricordi: dai racconti dei soldati della prima guerra mondiale agli anni del fascismo, dagli aneddoti e vicende della gioventù ai tragici giorni del fronte di Cassino nella seconda guerra mondiale, dagli anni della ricostruzione postbellica agli ultimi decenni delle meraviglie per gli eccessi del consumismo e le novità televisive e tecnologiche.
La centenaria sa leggere e scrivere sia perché da bambina frequentò la scuola locale fino alla terza elementare sia perché da adulta si iscrisse alla “scuola popolare” per consolidare e ampliare le nozioni apprese in passato e in parte dimenticate.
L’anno scorso, in occasione dei suoi 100 anni, il sindaco del paese Bernardo Donfrancesco e l’amministrazione comunale e la cittadinanza festeggiarono la signora presso la sua abitazione in via Villafelice: in quell’occasione le fu consegnata una medaglia d’oro e una pergamena.

27
Da: ; ---- Autore: