Un progetto multimediale contro le tubature d’amianto – ‘Si tratta di un passo importante per la salvaguardia del territorio’ ha commentato Iliano Corsetti che ringrazia Angelo D’Ovidio

ARCE – Un progetto multimediale per eliminare le tubature in amianto.
E’ quello finanziato dalla Regione Lazio, dipartimento territorio, all’Associazione Intercomunale “Valle del Liri” di Arce.
Settantamila euro è l’importo stanziato per la realizzazione di un dvd nell’ambito delle attività di un importante ricerca delle tubature in amianto nel territorio dei comuni aderenti all’associazione.
Un’iniziativa all’avanguardia che permetterà lo studio e il monitoraggio ambientale della rete idrica realizzata nel pericoloso fibrocemento.
Un’opera di pubblica utilità che sarà messa a disposizione di operatori, comuni ed enti interessati.
Non solo.
Il progetto prevede, in ultima fase, la sostituzione delle vecchie condutture con delle nuove, ovviamente in materiali che rispettano le normative vigenti. La somma è stata ripartita dal direttore del dipartimento territorio, Raniero De Filippis, nell’ambito di due esercizi finanziari.
Per il 2010 saranno liquidati i primi 40mila euro, mentre la restante somma sarà imputata sul bilancio regionale 2011.
Soddisfazione per l’avvenuto finanziamento è stata espressa dal presidente dell’intercomunale Iliano Corsetti.
«Con questo progetto – ci ha detto – l’Associazione che mi onoro di rappresentare compie un ulteriore ed importante passo verso una più attenta salvaguardia del territorio e dei suoi cittadini. Mi corre innanzitutto ringraziare – ha aggiunto – l’onorevole Angelo D’Ovidio per il suo interessamento al nostro progetto, cogliendo immediatamente l’importanza di un simile studio. Queste risorse – spiega ancora Corsetti – sono da considerarsi un investimento nella salute di quanti vivono nella Valle del Liri. Alla fine di questo lavoro di ricerca, infatti, saremo in grado di avere una mappa delle tubature realizzate con l’amianto. Prassi, che fino agli anni settanta, ha rappresentato lo standard nella costruzione di acquedotti. Ed è inutile ricordare che le fibre di amianto provocano una forma di cancro con effetti devastanti per l’uomo. Insomma – ha concluso il presidente Iliano Corsetti – un grande progetto che conferma l’ottimo lavoro svolto dai tecnici della nostra Associazione, sempre attenta ad un territorio e una popolazione davvero unica».

38
Da: ; ---- Autore: