Un titolo da salvare – Servono seimila euro: stamattina gli ultimi tentativi per trovare la soluzione

ARCE – Quale futuro per la prima squadra del paese?
E’ la domanda che in queste ore si stanno ponendo in molti ad Arce.
La riunione di sabato sera, promossa dall’amministrazione comunale, sembra non aver sortito soluzioni positive. Questo pomeriggio alle 18, intanto, scade il termine ultimo per regolarizzare l’iscrizione al campionato di “Promozione” 2010/2011. Servono quasi sei mila euro e nonostante la buona volontà di alcuni, la cifra non è stata ancora raggiunta.
Nella mattinata di oggi, saranno verificati gli ultimi contatti per scongiurare la perdita del titolo. Il clima, nell’ambiente calcistico, è rovente. L’intero sistema di gestione è sottoaccusa. Nel giro di pochi anni, nonostante i successi sportivi, i problemi rimangono immutati. I presidenti si ritrovano soli con le spalle al muro di fronte a bilanci pesanti. Per un campionato come quello dell’U.S. Arce, si arrivano a spendere tranquillamente intorno ai 150 mila euro. C’è ancora che crede che, a questi livelli, possa esistere un patron disposto a metter su denaro a fondo perduto e magari garantire alla dirigenza dei budget da grandi club.
Il presidente Mario Pescosolido, che la settimana scorsa ha preannunciato la riconsegna del titolo nelle mani del sindaco se qualcosa non si fosse mosso, conta le ore di questa giornata interminabile.
«Sono sereno – ha detto – ho sempre cercato il bene della squadra ed anche in questa occasione farò altrettanto. Come ho detto al sindaco Simonelli – ha aggiunto – sono pronto a fare un passo indietro, così come a farne uno avanti se necessario. L’importante che si trovi una soluzione che salvaguardi il calcio ad Arce assieme a tutte quelle persone, che estranee a certi tipi di logiche, hanno una grande passione per i colori gialloblu».

33
Da: ; ---- Autore: