Una boccata di ossigeno – Per salvare via Costarelle

ARCE – Ben 765mila euro per la stabilizzazione geomorfologica di via Costarelle.
E’ lo stanziamento previsto all’interno dall’accordo di programma, presentato nei giorni scorsi dal presidente della Regione Lazio, Renata Polverini e dal ministro dell’Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare, Stefania Prestigiacomo.
L’opera finanziata per il comune di Arce riguarda l’emergenza legata al rischio di dissesto idrogeologico della zona a ridosso del centro storico, verso il comune di Rocca D’Arce. Le piogge dei mesi scorsi hanno causato degli importanti smottamenti in via Lanna, dove già da tempo sono partiti i lavori di consolidamento, mentre la preoccupazione dei geologi e soprattutto degli abitanti è tutta concentrata su via Costarelle. Anche qui, infatti, sono frequenti le cadute di grossi massi. La nuova amministrazione comunale, è stata sul punto di emettere un’ordinanza ad hoc per la chiusura al traffico della vecchia via. Soddisfazione per la notizia dello stanziamento è stata espressa dall’assessore ai Lavori pubblici Emanuele Calcagni.
«La Regione Lazio – ha detto – ha riconosciuto la necessità di questi importanti interventi a tutela della cittadinanza. Nella programmazione presentata – ha aggiunto Calcagni – Arce risulta tra le priorità al trentanovesimo posto sulle 59 finanziate. Accogliamo con soddisfazione la decisione del presidente Polverini di realizzare un programma e non interviene più, come accaduto in passato, soltanto sulle somme urgenze. Ora, da quanto si è appreso, – ha concluso l’assessore – i lavori a difesa del suolo saranno messi a gara a partire già dall’autunno e proprio a questo proposito l’accordo prevede l’istituzione di un commissario straordinario per abbreviare i tempi di realizzazione».

40
Da: ; ---- Autore: