Una bolletta di record sotto la lente di Marzilli – E’ quella che sarebbe stata recapitata al comune di Arce a saldo dei consumi dell’acqua Acea Ato 5

ARCE – Una bolletta da 50 mila euro.
E’ quella che sarebbe stata recapitata al comune di Arce a saldo dei consumi dell’acqua dell’Acea Ato 5. Il consigliere comunale d’opposizione Marcello Marzilli, ha deciso di vederci chiaro sulla vicenda inviando, nella mattinata di ieri, una interrogazione al responsabile dell’ufficio tecnico comunale, all’assessore all’ambiente Vincenzo Colantonio, alla responsabile dell’ufficio finanziario e al revisore dei conti.
A quanto pare, il fatto denunciato dall’ex assessore, troverebbe riscontro in una perdita della condotta idrica comunale nei pressi degli impianti sportivi del “Lino De Santis”, mai riparata.
«Chiedo di verificare – ha detto Marcello Marzilli – se sia vero che l’Acea pretenda dal nostro comune una somma superiore ai cinquantamila euro; se effettivamente risultano fatture insolute; se siano ancora fatturati consumi per “fontane pubbliche” ormai disattivate. Chiedo – ha ripreso Marzilli – di accertare se nel periodo 2007/2009 si siano verificati effettivamente i consumi dell’utenza di via Tramonti e di verificare se l’importo di 33.130 euro, indicato come “insoluto” nella fattura di che trattasi, risponda a consumi reali. A tempo stesso si dovrà verificare che questo “super consumo” di via Tramonti sia connesso ad un affioro di acqua nella parte retrostante gli spogliatoi del campo di calcio “Lino De Santis”, controllando anche quali strutture comunali siano allacciate al contatore di cui alla fattura. In ultimo – conclude Marzilli – chiedo di verificare i consumi relativi ai plessi scolastici di Arce Capoluogo».
 

52
Da: ; ---- Autore: