Vigili del fuoco ‘disattivati’ – L’assessore Patriarca rassicura:’Soltanto una sospensione momentanea del servizio’

ARCE – Distaccamento dei Vigili del Fuoco sospeso, si attende il rinnovo della convenzione.
Da mercoledì scorso, la sede di pronto intervento dei pompieri, ubicata presso i locali della XV Comunità Montana, non è più operativa.
Il Comando provinciale del Corpo, infatti, ha sospeso temporaneamente tutte le disposizioni di servizio riguardanti il distaccamento nel paese della Media Valle del Liri, in quanto sarebbe scaduta la specifica convenzione tra Regione Lazio e Dipartimento del Ministero dell’Interno. In pratica senza il rinnovo della convenzione, non ci sarebbero le risorse finanziarie sufficienti a garantire il servizio prestato. La Regione per offrire una più capillare azione d’intervento nel suo territorio nell’ambito di soccorso pubblico, difesa civile e prevenzione degli incendi, ha concordato con il Dipartimento ministeriale un piano “ad hoc”. Un progetto in piedi da anni, che va a coprire alcune aree che si trovano geograficamente lontane dalle sedi provinciali e che comunque rappresentano una risorsa strategica per consentire interventi più tempestivi.
«Abbiamo ricevuto importanti rassicurazioni – ci ha detto Roberto Patriarca, assessore alla Protezione civile del Comune di Arce – in quanto si tratta di una sospensione momentanea del servizio. Il Comando provinciale sta aspettando il rinnovo della convenzione tra Regione e Ministero dell’Interno, che sarebbe scaduta lo scorso 31 dicembre. Dalle notizie che abbiamo raccolto – ha aggiunto l’assessore – nel giro di pochi giorni dovrebbe essere ripristinata la regolarità del servizio presso il nostro distaccamento».

41
Da: ; ---- Autore: