Violenta lite in un bar, albanese in manette – Il polacco picchiato all’interno di un bar è stato trasportato all’ospedale Spaziani

Arrestato un albanese per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personale aggravate, l’operazione è stata condotta la notte scorsa dai militari della locale Stazione di Arce.

In manette un 23enne residente a Fontana Liri. I fatti che hanno portato alla misura cautelare sono conseguenza di una lite violenta, all’interno di un bar, nella quale è rimasto vittima un polacco residente ad Arce colpito a calci e pugni. L’aggressore, inoltre, all’arrivo dei militari, in evidente stato di ebbrezza, con l’intento di sottrarsi al controllo di polizia, ha prima strattonato i carabinieri intervenuti ed ha poi continuato ad inveire contro i presenti con un lungo ombrello. La vittima, nel frattempo, è stata immediatamente soccorsa da personale dell’Ares 118 che ne ha disposto il trasporto presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Frosinone ove i sanitari hanno riscontrato un trauma cranico con esile frattura del seno frontale di sinistra. Prognosi di venti giorni. L’arrestato, in aderenza alle disposizioni impartite dalla competente autorità giudiziaria, è stato posto, in attesa del rito direttissimo, alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

249
Da: ; ---- Autore: