ARCE – Cinque consiglieri, Giulia Cecio, Sisto Colantonio, Sara Petrucci, Elisa Santopadre e Alessandro Proia, chiedono al sindaco di ricandidarsi

ARCE – I cinque consiglieri comunali Giulia Cecio, Sisto Colantonio, Sara Petrucci, Alessandro Proia, Elisa Santopadre hanno scritto una lettera al sindaco di Arce per esprimere la loro vicinanza e il loro sostegno a quello che definiscono “il vile atto subito venerdì scorso dagli assessori Dario Di Palma, Bruna Gregori e dal consigliere Domenico Sugamosto”. E chiedono al primo cittadino di non arrendersi e ricandidarsi alle prossime elezioni. Di seguito la lettera integrale:

Caro Gino, anzi Caro Sindaco (per noi rimarrai sempre tale!),

scriviamo queste poche righe per esprimerti tutta la nostra vicinanza e tutto il nostro sostegno per il vile atto subito venerdì scorso dagli assessori Dario Di Palma, Bruna Gregori e dal consigliere Domenico Sugamosto.

Siamo seriamente preoccupati e consapevoli che le conseguenze di questo dissennato gesto, privo di ogni ragionevole motivazione, in un momento storico drammatico e senza precedenti nella storia della nostra Repubblica, ricadrà pesantemente sui cittadini (in particolare sulle fasce più deboli) e sul nostro Paese.

Non vogliamo esprime giudizi sul conto di questi personaggi perché andremmo ad offendere l’intelligenza dei cittadini arcesi.

Ad aprile del 2019 abbiamo sottoscritto la nostra candidatura a sostegno della tua lista, ma sopratutto abbiamo assunto – liberamente – un impegno preciso al servizio del Paese. Abbiamo elaborato un programma e lo abbiamo illustrato ai cittadini durante la campagna elettorale. Il 26 maggio 2019 abbiamo ricevuto un mandato pieno dagli elettori a governare Arce per cinque anni.

Per noi la parola data e gli impegni assunti sono valori fondamentali e irrinunciabili. Così come lo è il rispetto e la lealtà nei confronti dei compagni di squadra.

Adesso è il momento che ognuno assuma le proprie responsabilità.

Sappiamo della tua grande amarezza. Ed è anche la nostra. Sappiamo che la tua malattia e i tuoi cari ti vorrebbero a riposo. Anche noi abbiamo a cuore la tua salute. Ma siamo qui a chiederti pubblicamente ancora un ultimo grande sforzo. Di non arrenderti alla logica degli stolti. Te lo chiediamo a nome delle decine di centinaia di cittadini che in questi giorni ci hanno inondato di attestazioni di stima e di solidarietà. Ci chiedono di non mollare. Di proseguire il nostro progetto e di rinforzarlo con idee e persone capaci e leali.

L’unico che può guidare questa nuova fase sei tu: Gino Germani, il Sindaco di tutti!

La storia amministrativa degli ultimi dieci anni ci ha insegnato che Arce vuole essere amministrata da persone vere, semplici, disponibili, buone. Non lasciamo spazio alla prepotenza. A chi si sente onnipotente. A chi divide per imporre.

Noi siamo al tuo fianco! Forza Gino! Viva Arce, viva gli arcesi!

Seguono le firme

2391
Da: Arcenews; ---- Autore: bdf