ROCCA D’ARCE – La minoranza e il caso “Spesa a domicilio”. Il testo integrale dell’interrogazione presentata all’amministrazione comunale

ROCCA D’ARCE – L’opposizione consiliare del comune presenta una interrogazione al sindaco e alla giunta. Di seguito la nota integrale:

“Nel nostro Comune sembrerebbe sia stato attivato da qualche mese il progetto “SPESA a DOMICILIO”.

✔️Voi siete stati informati?!
✔️Qualcuno ne è a conoscenza?

Abbiamo chiesto al Sindaco ed alla Giunta di pubblicizzare adeguatamente l’iniziativa che è stata finanziata con un importo di 24.800 € in modo che possa realmente rappresentare un servizio a sostegno alle famiglie.

Di seguito si riporta il testo integrale della Interrogazione appena presentata:

Oggetto: INTERROGAZIONE Progetto “Spesa a Domicilio”

I sottoscritti Consiglieri Comunali Quaglieri Antonello, Capuano Bernardino, Lancia Mario in relazione all’oggetto,

PREMESSO

che con DGC n. 31 del 24.04.2017 è stato approvato il progetto “Spesa a domicilio” che prevede anche il noleggio di apposito veicolo;
che detto progetto è stato finanziato per un importo di 24.800 € (già erogato da come si evince);

che con DGC n. 70 del 23.11.2020 è stato deliberato in merito alla data di inizio del progetto al 01.12.2020 con proroga della data di scadenza al 30.11.2021;
che con DGC n. 70 del 23.11.2020 è stato rimodulato il suddetto progetto con l’espletamento del servizio dal lunedì al venerdì (dalle ore 9:00 alle ore 12:00) riformulando il quadro economico di spesa come segue:
Spesa per il personale 12.000 €
Spesa automezzo (noleggio/leasing, carburante, manutenzione ecc.) 12.800 €
TOTALE 24.800 €

CONSIDERATO

che tale servizio, in questo momento particolarmente delicato per la pandemia, può rappresentare una iniziativa di sostegno alle famiglie, con particolare riferimento ai nuclei non auto muniti;
che agli scriventi non risultano (o sono sfuggite?) iniziative adeguate e tese alla massima pubblicizzazione alla cittadinanza dell’opportunità per le famiglie,

CHIEDONO

  1. di essere informati circa le iniziative intraprese per pubblicizzare il progetto;
  2. di conoscere come è stato articolato il progetto, a chi è destinato e come si richieda il servizio;
  3. di conoscere quanti interventi sono stati realizzati dalla data di inizio del progetto del 01.12.2020;
  4. di conoscere se è stato noleggiato un veicolo per adempiere al servizio di spesa a domicilio.
  5. DI DARE MASSIMO RISALTO AL PROGETTO IN ESSERE, INFORMANDO ADEGUATAMENTE I CITTADINI ANCHE CON APPOSITO AVVISO.

I Consiglieri Comunali
Quaglieri A. Capuano B. Lancia M.”

4314
Da: Arcenews; ---- Autore: bdf